mousseline

story-superleggero_mousseline_seta1_1.jpg

ITA — Uno sette otto zero: 1780. In quell'anno, grazie alla predilezione di Maria Antonietta di Francia, la mussola entra con decisione nel novero dei tessuti di pregio. Tessuto finissimo, leggero, vaporoso, la "mousseline" toglie peso all'abito, conservandone la ricchezza. Abiti impalpabili volteggiano nei salotti più prestigiosi, dame, come nuvole nei cieli sul deserto, spuntano per inarrivabile eleganza. La "mussola", un nome curioso che profuma d'Oriente, pare debba la sua origine al toponimo Mossul, nell'attuale Iraq, in quella terra che fu la Mesopotamia. Una storia millenaria e un lusso antico si intrecciano con il design contemporaneo, per una nuova creazione di SUPERLEGGERO. ENG — One seven eight zero: 1780. That was the year in which muslin entered the ranks of sought-after fabrics, thanks to the fondness Marie Antoinette of France had for it. An ultra-fine, lightweight, ethereal fabric, "mousseline" reduces the weight of a garment, while maintaining its sumptuousness. Impalpable dresses flutter in prestigious Parisian salons; ladies, like clouds in the desert sky, float by in unreachable elegance. Muslin, a curious term with shades of the Orient, apparently owes its name to the place name Mossul, in present-day Iraq, what was once Mesopotamia. Thousands of years of history and ancient luxury intertwine with contemporary design for a brand new creation from SUPERLEGGERO.